Festival Contaminafro 2018

dalla Redazione

Segnaliamo l’imminente avvio della quinta edizione del Festival delle Culture Contemporanee Africane “Contaminafro 2018”. Il festival si svolgerà, dal 26 giugno al 1 luglio 2018, in tre importanti sedi della vita culturale milanese: mare culturale urbano, la Triennale e la Fabbrica del Vapore.

Il programma è scaricabile al seguente link 

Qui di seguito il comunicato con le principali informazioni

————-

LOC-PROGRAMMA-1.jpg

L’edizione 2018 di CONTAMINAFRO, Identità in evoluzione si terrà dal 26 Giugno al 1 Luglio 2018
PROGRAMMA 2018: CLICCA QUI

Benvenuti nell’Italia e nell’Europa che cambia pelle, dove i figli d’immigrati compongono un nuovo arcobaleno multietnico. Giovani, cosmopoliti, culturalmente consapevoli, cresciuti nelle metropoli internazionali ma gelosi e orgogliosi delle proprie radici, i figli della diaspora africana raccontano le tante anime del loro mondo al Festival delle culture contemporanee africane, alla sua quinta edizione, ideato e diretto dal danzatore e coreografo camerunense Lazare Ohandja insieme all’associazione Mo’O Me Ndama, in programma a Milano dal 26 giugno al 1°luglio 2018.

Continua a leggere “Festival Contaminafro 2018”

“Qualcuno è disposto a fare qualcosa? E che cosa?”

dalla Redazione

Segnaliamo un evento di ZonaK, “centro culturale dedicato all’incontro tra diverse discipline artistiche e culture”.

ACTIONS, di Yan Duyvendak, Nicolas Cilins & Nataly Sugnaux Hernandez, è uno “spettacolo partecipato” sul tema dell’immigrazione e delle politiche di inclusione.

ACTIONS dà forma a un’assemblea democratica ideale dove possano esprimersi i rifugiati, i responsabili politici e i volontari della città con l’obiettivo di rispondere con azioni efficaci e dirette in grado di coinvolgere positivamente ogni singolo individuo e nel contempo uscire dalle secche della retorica delle buone intenzioni”.

ACTIONS

9 – 10 marzo 2018
ore 20.00

Casa della Memoria

Via F. Confalonieri, 14, 20124 Milano

 

Inteatro Festival_Azioni_Yan Duyvendak
Un momento dello spettacolo. Credist: Giulia Di Vitantoni