Eli Ohna – Land of the people

dalla Redazione

Il 3 e 4 aprile 2019 alle ore 21.00,  lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro organizza lo spettacolo Eli Ohna – Land of the people della compagnia nigeriana Emage Dot Com Global Theatrein occasione della X edizione del Premio Internazionale “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro.

Lo spettacolo ripercorre alcuni momenti della storia africana: protagonista Emage Dot Com Global Theatre, compagnia di attori Ikwerre, una delle venti etnie del Delta del Niger, la regione più ricca di riserve di gas e petrolio della Nigeria. La narrazione si interseca inevitabilmente con la storia recente: attraverso scene essenziali, scandite da danze e canti tradizionali, sei performers raccontano la ribellione dalla schiavitù e la trasformazione dell’area, un tempo fertile e piena di risorse, in luogo degradato, sfruttato e in rovina.  Invocati, si materializzano sul palco grandi personalità della cultura africana, da Nelson Mandela, passando per Chinua Achebe, scrittore di etnia Igbo sino a Ken Saro Wiva, attivista e leader degli Ogoni, condannato a morte a seguito di un processo sommario: esortano il popolo (e il pubblico) a riconoscere la bellezza del patrimonio culturale africano e a ritrovare forza e speranza nell’emancipazione.

Mercoledì 3 e giovedì 4 aprile 2019 alle ore 21

Eli Ohna – Land of the people

Regia di

Ovunda Chikwe Ihunwo

Movimenti coreografici di

Sampson Kelvin Melvin

Arrangiamenti per la versione italiana di

Elisabetta Jankovic

Con

Edward Egbo Imo

Blessing Igweagu Ngozi

Diepreye Precious Omuku

Gloria Ada Ogbuka

Deinmoara Profit James

Mabel Clara Egede

Con la partecipazione di

Bennet Adele Worgu – re degli Ikwerre

Stella Nkechi Worgu – regina degli Ikwerre

Compagnia

Emage Dot Com Global Theatre

Ingresso gratuito su prenotazione fino ad esaurimento dei posti.

A World in Transition. In-between Performing Arts and Migration

dalla Redazione

Il 7 marzo presso il DAMSLab di Bologna, il Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia dell’Università di Bologna in collaborazione con il Dipartimento delle Arti e Emilia Romagna Teatro Fondazione, organizza il convegno internazionale “A World in Transition. In-between Performing Arts and Migration“. Il Convegno “vede studiosi e artisti internazionali confrontarsi sui diversi linguaggi in grado di costruire immaginari e narrative alternative sulla migrazione, alimentare la definizione di strumenti scientifici trasversali, dare corso alla creazione di spazi simbolici e fisici in cui sì manifesta il carattere dinamico e produttivo della diversità”.

Al convegno ci saranno tra gli altri interventi di Ruggero Eugeni, Laura Peja, Roberta Carpani, Giulia Innocenti Malini, Martina Guerinoni, ricercatori del progetto “Migrations-Mediations“.

Credits: A World in Transition. In-between Performing Arts and Migration.

Qui il programma completo.

A World in Transition. In-between Performing Arts and Migration

Costruire ponti tra la ricerca teorica e le arti performative, oltre le mura del teatro e dei settori disciplinari, in un movimento di andata e ritorno tra dimensione locale e transnazionale. Mettendo in dialogo chi fa ricerca sul campo e chi opera attraverso pratiche performative, la conferenza A World in Transition. In-between Performing Arts and Migrationvede studiosi e artisti internazionali confrontarsi sui diversi linguaggi in grado di costruire immaginari e narrative alternative sulla migrazione, alimentare la definizione di strumenti scientifici trasversali, dare corso alla creazione di spazi simbolici e fisici in cui sì manifesta il carattere dinamico e produttivo della diversità. Alternando interventi teorici e performativi, la conferenza si divide tra una sezione plenaria mattutina, in cui verranno presentati alcuni progetti innovativi sul tema, e sei panel tematici di approfondimento.

Conference Programme

Morning Session

9.00-9.30 a.m.: Registration

9.30-10.15 Welcome Speech
Mirko Degli Esposti, Vice- Rector of University of Bologna
Marco Castrignanò, Head of Department of Sociology and Business Law (University of Bologna)
Giacomo Manzoli, Head of Department of the Arts (University of Bologna)
Claudio Longhi, Director of ERT (Emilia-Romagna Teatro Fondazione)Chair: Roberta Paltrinieri, Head of DAMSLab (University of Bologna)

10.15-11.30: Round Table “Performing Arts and Migration: projects at large”
Piersandra di Matteo, Atlas of Transitions
Ruggero Eugeni, Laura Peja, Migrations Mediations
Katerina Antonaki, Alien
Giulia Musumeci, Exoduses and Acting Together #WithRefugees
Chair and discussant: Pierluigi Musarò (University of Bologna)

11.30-13.15: Parallel panels

PANEL A – PERFORMING ARTS AND INTERCULTURE
Fernando Battista, Migrants Souls – Pedagogy of the Border
Zheng Ningyuan, Liu Jing, Yan WenWUXU project
Cristina Balma Tivola, Cultural Identity in Almateatro’s Discourse: Are the Times A-changing?
Irene Gutierrez Torres, Participatory Filmmaking as a Performative Collective Practice of Self-representation and Dissidence Creation
Chair: Elena Lamberti (University of Bologna)

PANEL B – INNOVATIVE METHODOLOGIES
Marta Pachocka, Magdalena Proczek, Ewa Osuch-Rak, The Design Thinking Method in Solving Selected Problems in the Field of Migration and Refugee Studies
Amanda Da Silva, The Art to Talk on Immigration: a State of Emergency
Silvia Gasparotto, Marcello Ziliani, Out of the Storm. Design for Migration
Kirsten Forkert, Janna Graham, Victoria Mponda, Gargi Bhattacharyya, Federico Oliveri, Refusing the Demand for Sad Stories
Chair: Pierluigi Musarò (University of Bologna)

13.15-14.30: Lunch Break

14.30-16.00: Parallel panels

PANEL C – SOCIAL AND POLITICAL ROLE OF PERFORMING ARTS
Jonas Vanderschueren, Towards an Emancipatory Space in Theatre
Antonella PuliceHow Theatre Can Change Our Perception of Being: Being Human and Being in a Place
Nela Milic, Embodied Narrative
Maria Luisa Parisi, Political Role of Performing Arts
Chair: Laura Gemini (University of Urbino)

PANEL D – BETWEEN ARTS AND RESEARCH: FOR A KNOWLEDGE CO-CONSTRUCTION
Agnese Cornelio, Free to Work
Emilie Da Lage, Morgane Marqué, Lena Pasqualini, Marie Glon, Béatrice Micheau, Towards a Policy of Refuge.
Kamila Fialkowska, Olga Cojocaru, Anna Rosińska, On the Migrants or with the Migrants? De-bordering in a Bordered World
Alessandro Carboni, Unleashing Ghosts from Urban Darkness
Chair: Melissa Moralli (University of Bologna)

16.00-16.15: Coffee Break

16.15-17.45: Parallel panels

PANEL E – IDENTITY AND REPRESENTATIONS
Giulia Grechi, As Far As My Fingertips Take Me. Colonial Hauntology, Embodied Representations
Anna Serlenga, #COMMONS – CARTOGRAPHY OF DESIRE. Participatory Performative Arts as a Tool of Political Change
ZimmerFrei, Homeland Tales
Guerinoni MartinaArt or Rite? The Female Performativity in the Foreigners’ Organizations of Forum Città Mondo, Milan
Chair: Paola Parmiggiani (University of Bologna)

PANEL F – ARTS AND SOCIAL INCLUSION
Giulia Allegrini, Reframing and Questioning Solidarity, Citizenship and Cultural Production Process
Agapi Kandylaki, Maria Malamidou, The Power of Theatre for the Unaccompanied Minors’ Social Inclusion
Roberta Carpani, Giulia Innocenti Malini, Playing Inclusion. A Comparative Analysis of Theatrical Performative Practices.
Valentina Musmeci, The Vibrant Silk: The Butterfly Effect.
Chair: Annalisa Frisina (University of Padova)

During the conference, the collective 181-1 (Jakub Adamczyk, Magdalena Drąka, Tomasz W. Miśtura) will invite the audience to perform “Interrogation”. Information available at the registration desk.

Download the programme here. 

Migrazioni e comunicazione politica – Franco Angeli

dalla Redazione

E’ disponibile sul sito dell’editore Franco Angeli la pubblicazione “Migrazioni e comunicazione politica Le elezioni regionali 2018 tra vecchi e nuovi media”, a cura di Marina Villa.

Il volume raccoglie i risultati di una ricerca sulla Rappresentazione dell’immigrazione durante la campagna elettorale per le Regionali 2018. L’analisi delle elezioni in una dimensione regionale permette di andare in profondità su alcune questioni importanti nel dibattito sulla comunicazione politica, come il peso dato al tema delle migrazioni nei programmi elettorali o come questo è trattato dai candidati nella propria comunicazione, tra vecchi e nuovi media

La Rassegna stampa del Convegno Nazionale Migrations/Mediations

dalla Redazione

Nei giorni 17-18 gennaio 2019  presso l’Università Cattolica (Milano) si è svolto il Convegno Nazionale “Migrations/Mediations. Media e arti performative nelle politiche di inclusione”. Il convegno ha avuto un ottimo riscontro di pubblico e un ampio eco sui mezzi di informazione.

In particolare le uscite totali sono 20, di cui 9 su testate – cartacee e on line – nazionali.

Oltre l’elenco è possibile scaricare il pdf con il contenuto degli articoli sui quotidiani e i siti online


Sommario Rassegna Stampa

QUOTIDIANI

1. Corriere della Sera – Buone notizie, 15 gennaio 2019, I migranti e la rappresentazione nei media e nei discorsi politici. Se ne parla in Cattolica

2. Il Giorno, 17 gennaio 2019, Contro i migranti si attira consenso

3. Il Giornale, 17 gennaio 2019, I politici e l’immigrazione? In Lombardia ne parlano poco

AGENZIE STAMPA

Continua a leggere “La Rassegna stampa del Convegno Nazionale Migrations/Mediations”

“Sensi dell’immigrazione”: la serata di performance del Convegno “Migrations/ Mediations. Media e arti performative nelle politiche di inclusione”

Giovedì 17 gennaio, in occasione del Convegno Nazionale “Migrations/ Mediations. Media e arti performative nelle politiche di inclusione”, si svolgerà la serata di performance SENSI DELLA MIGRAZIONE, una festa del teatro, delle arti e della convivialità.

La serata è a cura di Claudio Bernardi, con performance e proiezioni
e la partecipazione di:

  • Kenneth BOLAÑOS: Compositore e chitarrista – Orchestra dei Popoli “Vittorio Baldoni”
  • Andrea CIOMMIENTO: Coordinatore Istituto Pratiche Teatrali
    per la Cura della Persona diretto da Gabriele Vacis
  • Gigi GHERZI: Attore, direttore artistico Progetto Teatro
    degli Incontri
  • Mohamed HOSSAMELDIN: Filmmaker – regista di Yousef, Italia 2018
  • Paolo MASINI: Ideatore e curatore Progetto MigrArti
  • Elia MOUTAMID e Valeria BATTAINI: Regista cinematografico e attrice teatrale, ideatori e realizzatori di Arabiscus – le conseguenze dell’invasione

Seguirà aperitivo etnico a cura di Casina Casottello

L’appuntamento è a Giovedì 17 gennaio 2019, ore 19.30 presso Cascina Casottello – Centro internazionale di quartiere via Fabio Massimo 19, MM3 Porto di Mare

il Programma scaricabile del Convegno Nazionale “Migrations/Mediations”

dalla Redazione Migrations-Mediations

Al link seguente è scaricabile il programma del convegno “Migrations Mediations. Media e arti performative nelle politiche di inclusione” che si svolgerà in Università Cattolica (via Nirone, 5, Milano) il 17 e il 18 gennaio.

Qui è possibile scaricare il pieghevole. Di seguito la locandina

Save the Date: Convegno nazionale Migrations Mediations. Media e arti performative nelle politiche di inclusione. Milano, 17 e 18 gennaio 2019

dalla Redazione Migrations-Mediations

I fenomeni migratori e i processi di inclusione dei migranti si intrecciano costantemente con processi e fenomeni di rappresentazione mediale, artistica e performativa. Dai reportages di documentazione all’utilizzo del teatro sociale, dalle rappresentazioni nei discorsi politici alle scelte dei policy makers, dalle sperimentazioni artistiche alle pratiche materiali, è impossibile affrontare in chiave attiva e progettuale le realtà migratorie contemporanee senza assegnare il giusto peso ai media, alle arti,alle esperienze creative.

Migrazioni | Mediazioni è una iniziativa finanziata quale ricerca di interesse di Ateneo dall’Università Cattolica e promossa dal Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo. Essa intende affrontare queste realtà con due intenti. Da un lato, con studiosi e ricercatori, mappa i campi del discorso politico e dei documenti dei policy makers nazionali e internazionali per comprendere gli utilizzi effettivi o possibili dei media e delle arti. Dall’altro lato, con operatori del settore, costruisce reti di conoscenza reciproca e di diffusione di buone pratiche per produttori, artisti, formatori.

Il convegno (il primo di due occasionidi confronto previsti nel corso della ricerca) presenta i primi risultati dellaricerca e ne discute con studiosi, giornalisti, policy makers, operatori e creativi di vario livello.

Di seguito il programma:

Programma

GIORNO 1: Giovedì 17 gennaio


Aula N.110 , Via Nirone, 15 – Milano, Università Cattolica 


Ore 9,30
Saluti istituzionali e introduzione dei lavori
Franco ANELLI, Rettore
Angelo BIANCHI, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia
Guido Stefano MERZONI, Preside della Facoltà di Scienze Politiche e Sociali
Fausto COLOMBO, Direttore del Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
Filippo DEL CORNO, Assessore alla Cultura, Comune di Milano
Coordina Ruggero EUGENI, Coordinatore della ricerca di Ateneo Migrations | Mediations


Ore 10,30
Keynote Speech
Guglielmo SCHININÀ, IOM – UN migration
Il migrante oggetto e il migrante abietto: alcune riflessioni su governance e comunicazione dei fenomeni migratori
Discussant Cristina JANDELLI, Università degli Studi di Firenze


Ore 11,30 Coffee break


Ore 12,00
Presentazione del volume:
Migrazioni e comunicazione politica. Le elezioni Regionali del 2018 tra vecchi e nuovi media (a cura di Marina Villa, Milano, FrancoAngeli, 2019) Modera Marco CASTELNUOVO, Mobile editor – Corriere della sera
Intervengono:
Vincenzo CESAREO, ISMU
Fausto COLOMBO, Università Cattolica del Sacro Cuore
Luciano FASANO, Università degli Studi di Milano
Nicola PASINI, Università degli Studi di Milano
Sono presenti la curatrice e gli autori che hanno contribuito al volume


Ore 13,30 Pranzo a buffet


Ore 14,30
Panel 1: Reti, iniziative, pratiche per il dialogo interculturale
Modera: Prof. Alessandro PONTREMOLI, Università degli Studi di Torino
Partecipano:
Fausto AMELII, Centro interculturale Zonarelli di Bologna Stefano GRANATA, Gruppo Cooperativo CGM
Jack JIANG, Micromedia Communications
Shiraz JERBI, IOM – UN migration
Paolo MASINI, Progetto MigrArti
Antonella SARTORIO, Horace – Aware Migrants
Gesualdo VERCIO, Real Time Gruppo Discovery


Ore 16,30 Coffee Break


Ore 17,00
Panel 2: Creatività e identità culturale
Modera: Leonardo DE FRANCESCHI, Università degli Studi Roma Tre
Partecipano:
Ash DE ANGELI, chef
Mohammad KARIMI, fotografo
Suranga KATUGAMPALA, filmmaker
Roberto MAZZINI, Giolli Cooperativa Sociale
Faustin NTSAMA, Coro e associazione multiculturale Elikya
Barbara PIZZETTI, Progetto Dosti
Besmir RJOLLI, Dora e Pajtimit – Focal Point in Lombardia per IOM Albania


Ore 19,30
Aperitivo con eventi musicali, performativi e multimediali presso Cascina Casottello – Centro internazionale di quartiere Via Fabio Massimo 19, Milano (MM3 Porto di Mare)

Giorno 2: Venerdì 18 gennaio

Aule N.111-112, Via Nirone, 15 – Milano, Università Cattolica

Ore 9,30
Keynote Speech
Pierluigi MUSARÒ, Alma Mater Studiorum Università di Bologna – P.I. Atlas of Transition – Performing In-Between
A scena aperta. Il teatro come esperienza collettiva per ripensare le comunità
Discussant Farah POLATO, Università degli Studi di Padova


Ore 10,30 Coffee Break


Ore 11,00
Panel 3: La città multietnica: il caso Milano
Modera: Laura Silvia BATTAGUA Scuola di giornalismo
Università Cattolica del Sacro Cuore
Partecipano:
Bianca ARAVECCHIA, Comune di Milano, Ufficio Reti e cooperazione culturale
Antonio AUGUGLIARO, Nuovo Armenia – Ginafilms
Andrea CAPALDI, Mare culturale urbano
Delia DE FAZIO, Souq Festival – Casa della Carità
Luciano GUALZETTI, Caritas Ambrosiana
Elisa ROTA e Francesca GENTILE, Alchemilla – Confcooperative
Alessandra SPECIALE, COE – Festival del Cinema Africano


Ore 13,00
Presentazioni;
Imago pietatis . Indagine su fotografia e compassione
(Fausto Colombo, Milano, Vita e Pensiero 2018)
Discussant Gaia PERUZZI, Sapienza Università di Roma

Sito Migrations | Mediations
A cura della redazione: Simone CARLO, Alice CATI, Laura PEJA, Anna SFARDINI
Coordina Federica OLIVARES, Editore e Master in Cultural Diplomacy – Università Cattolica del Sacro Cuore

CfP: Theatre and Migration between Ethics and Aesthetics Performing Ethos: International Journal of Ethics in Theatre & Performance

dalla Redazione

Segnaliamo una interessante Call of Papers, a cura di Migrant Dramaturgies Network.

Theatre and Migration between Ethics and Aesthetics
Performing Ethos: International Journal of Ethics in Theatre & Performance

Developed by Migrant Dramaturgies Network; partner organisation: Studies in Migration Research Group, University of Ottawa (Canada)

Issue Editors: Szabolcs Musca, Alison Jeffers (Perspectives) and Vicky Angelaki (Reviews)

Deadline for articles: 31 January 2019

//////

This special issue of Performing Ethos takes as its theme ‘Theatre and Migration between Ethics and Aesthetics’. The journal issue is informed by the work of Migrant Dramaturgies Network, an international research network that explores emerging dramaturgies of theatrical responses to migration in light of recent migration and shifts in global politics and economics. MDNetwork aims to map new theatrical forms of migrant representation and identify their impacts on national theatre cultures in shaping the perception of non-European migrants and migrant cultures. For more information please see: https://migrantdramaturgies.tumblr.com/

network.jpg

We wish to open this issue to contributions beyond our network board and would like to encourage submissions that deal directly with the interferences between ethical and creative/ aesthetic practices of staging and performing migration, refugedom and asylum in a contemporary context. Please note that there is a limited amount of space available for scholarly articles and intervention pieces in this issue!

Continua a leggere “CfP: Theatre and Migration between Ethics and Aesthetics Performing Ethos: International Journal of Ethics in Theatre & Performance”

“L’Amore per l’educazione”: i due anni del progetto “Istituto di Pratiche Teatrali per la cura della persona”

dalla Redazione

Lo scorso 29 novembre al Circolo Lettori di Torino sono state presentate le attività del progetto migranti 2017/2018 dell’ISTITUTO DI PRATICHE TEATRALI PER LA CURA DELLA PERSONA.

Durante la serata è stato illustrato il progetto “che da aprile 2017 ad oggi, grazie alla progettazione di laboratori d’inclusione, video-colloqui e spettacoli, a Torino e nel contesto regionale, ha coinvolto attivamente oltre duemila persone delle comunità migranti e legate alle diverse realtà sociali, sanitarie e scolastiche (migranti, adolescenti, utenti dei servizi sanitari, attori, operatori sociali, educatori, psicologi)”. (da Facebook)

Pubblicato da Istituto di pratiche teatrali per la cura della persona su Lunedì 26 novembre 2018

Il progetto è di  Gabriele Vacis, Roberto Tarasco, Barbara Bonriposi, realizzato dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, grazie al sostegno della Regione Piemonte e della Compagnia di San Paolo.

Continua a leggere ““L’Amore per l’educazione”: i due anni del progetto “Istituto di Pratiche Teatrali per la cura della persona””

la Ricerca


La ricerca “Migrations-mediations: media e comunicazione per l’inclusione dei migranti” intende contribuire all’elaborazione di policies e modelli di intervento sul territorio, e alla creazione di una rete di operatori cui fornire linee per buone pratiche di inclusione/integrazione.